in

A Bologna arriva la mostra MAST Foundation for photography grant on industry and work

MAST Foundation for photography grant on industry and work è la nuova mostra inaugurata in questi giorni al MAST di Bologna. Si tratta della raccolta dei lavori dei cinque finalisti del concorso biennale (iniziato nel 2018 e conclusosi quest’anno) e che promuove, come altre iniziative nel nostro Paese, le attività di giovani fotografi.

Grazie al MAST Foundation for photography grant on industry and work anche fotografi non ancora affermati possono mettere in luce le proprie capacità. Il tutto affrontando tematiche importanti e globali. Urs Stahel (cuoratore della PhotoGallery e della collezione MAST) ha dichiarato in merito che “[…] spesso il loro sguardo innovativo e inedito ci costringe a scontrarci con incongruenze, fratture, fenomeni e forse perfino abissi che finora avevamo trascurato o cercato di non vedere”.

Per la sesta edizione del concorso internazionale a primeggiare in questa edizione è stata Alinka Echeverría con il progetto dal titolo Apparent Femininity che guarda la ruolo della donna agli inizi dell’epoca industriale, cinematografica e dell’evoluzione tecnologica.

Chloe Dewe Mathews invece guarda ai danni causati all’ambiente dalla coltivazione intensiva nelle serre (polytunnel) che promettono di poter coltivare tutto l’anno. Maxime Guyon invece guarda al mondo dell’aviazione e in particolare all’aspetto tecnologico, innovativo e delle prestazioni.

Aapo Huhta ha voluto mostrare gli aspetti più particolari e non necessariamente corretti dell’interpretazione da parte dell’Intelligenza Artificiale delle immagini. Eticamente potrebbe essere un problema? Ci sono problemi legati allo sviluppo?

Pablo López Luz invece guarda al mondo della moda ma in maniera diversa. Le vetrine in America Latina sono ancora luogo dove l’omologazione del mondo del fashion non ha avuto modo di attecchire.

La mostra ha aperto l’8 Ottobre 2020 e continuerà fino al 3 Gennaio 2021. Tutte le informazioni sul concorso e sulle possibilità di vedere le fotografie esposte sono presenti sul sito del MAST.

Sempre fino al 3 Gennaio 2021 ci sarà anche la possibilità di vedere l’esposizione INVENTIONS curata da Luce Lebart. Si tratta di una serie di fotografie d’archivio degli anni compresi tra il 1915 e il 1938 che mettono in luce il concetto di innovazione in Italia all’inizio del secolo scorso.


Fonte: http://feeds.fotografidigitali.it/rss_fotografia.xml


Tagcloud:

Cortona On The Move: un festival che ha saputo reinventarsi dopo il Covid-19

Le fotocamere Sony come webcam, ora anche per gli utenti Mac