in

Sony punterà sui sensori con AI e su quelli per smartphone nel 2020

In un mercato già non propriamente brillante da tempo (ci riferiamo a quello delle fotocamere), non ha certo aiutato. Per questo non desta particolare sorpresa un da parte di Sony per la propria strategia del 2020.

Guardando in particolare alla divisione che Sony chiama Imaging & Sensing Solutions troviamo alcune informazioni interessanti per quanto riguarda quelli che saranno i business sui quali punterà principalmente il produttore nipponico.

sensori fotografici

Lo scopo principale è quello di mantenere la prima posizione per la parte di imaging mentre di guadagnare ulteriore mercato per quella dedicata ai sensori. Questo significherà quindi puntare a contrastare la concorrenza nel settore delle fotocamere ma non solo.

Uno dei settori dove Sony continuerà a investire sarà quella dei sensori sia per “connettere le persone” che per “supportare le persone”. Ma non solo sensori fotografici per smartphone (dove già è tra le principali società) ma anche per la parte di automotive. In particolare questo settore dovrebbe crescere nel lungo periodo fornendo però interessanti margini.

Inoltre ci sarà sempre una maggiore integrazione di nuovi elementi all’interno dei sensori d’immagine. Solo pochi giorni fa Sony ha lanciato i che uniscono le capacità di catturare le immagini a quella di analizzarle attraverso l’intelligenza artificiale.

In futuro questo genere di sensori fotografici diventerà sempre più comune sia per gli smartphone ma anche per fotocamere industriali e potenzialmente anche sulle fotocamere. Basterà a dare una svolta positiva alla società (anche grazie agli altri business)?


Fonte: http://feeds.fotografidigitali.it/rss_fotografia.xml

Cole Sprouse ha rivelato perché si è fatto crescere baffi e pizzetto

Il lip gloss di Lili Reinhart è l’unica cosa che vorrai quando non indossi la mascherina